Sui sentieri in alta quota consigliabile di non avventurarsi da soli su queste montagne, non tanto perché siano troppo pericolose, quanto per il fatto che sono poco frequentate fuori stagione e nei giorni feriali, e in caso di infortunio accidentale..

Descrizione e immagini di alcune salite sulle vette delle montagne della Valle Brembana, le piu' conosciute. Localita' di partenza, dislivelli, tempo di salita, difficolta', acqua sul percorso, numero di segnavia ed eventuali varianti...

In numerose località della Valle Brembana, spesso sconosciute perché al di fuori dei flussi turistici più comuni, ambiente storia, arte e tradizione si mescolano ancora in modo armonico. Per una giusta valorizzazione..

Previsioni meteo e condizioni climatiche sulle Prealpi e Alpi Orobie Bergamasche: Webcam, bollettino valanghe, immagini dal satellite, analisi al suolo, carte BOLAM e MOLOCH, forum di discussione e molte osservazioni.

Sentiero Orobie Occidentale


1^ Tappa:

Cassiglio (m 602) - Baciamorti - Artavaggio - Rifugio Lecco - Piani di Bobbio.

2^ Tappa:

Rifugio Lecco - Rifugio Grassi - Pizzo Tre Signori - Bocchetta di Trona - Rifugio Cesare Benigni.

3^ Tappa:

Rifugio Cesare Benigni - Alta Val Moresca - Rifugio Passo San Marco 2000

4^ Tappa:

Passo San Marco - Bivacco Zamboni - Forcella Rossa - San Simone - Foppolo.

5^ Tappa:

Foppolo - Passo della Croce - Valcarisole - Valsambuzza - Rifugio Fratelli Longo.

6^ Tappa:

Rifugio F.lli Longo - La Selletta - Val Camisana - Rifugio F.lli Calvi.

Sentiero Orobie Orientale


1^ Tappa:

Valcanale (m 1100) - Rifugio Alpe Corte (1410 m)

2^ Tappa:

Rifugio Alpe Corte - Rifugio Laghi Gemelli (1968m)

3^ Tappa:

Rifugio Laghi Gemelli - Rifugio F.lli Calvi (2020m)

4^ Tappa:

Rifugio F.lli Calvi - Rifugio Brunone (2295m)

5^ Tappa:

Rifugio Brunone - Rifugio Coca (1892m)

6^ Tappa:

Rifugio Coca - Rifugio Curò (1915m)

7^ Tappa:

Rifugio Curò - Rifugio Albani (1939m)

8^ Tappa:

Rifugio Albani - Passo della Presolana (1350m)

Il Sentiero delle Orobie, che si sviluppa lungo i monti della Provincia di Bergamo, permette di immergersi nel cuore e nelle zone più selvagge di queste Alpi, offrendo scorci veramente suggestivi dell'ambiente quanto indimenticabili occasioni per ammirare la flora e la fauna (marmotte, camosci, l'aquila e ormai numerosi branchi di stambecchi. Il Sentiero, se percorso in estate o comunque in assenza di neve, non presenta difficoltà ed è accessibile a tutti purché allenati (il tratto che comprende il "sentiero della Porta", via ferrata per escursionisti esperti, può essere evitato con la discesa a valle). Il sentiero si sviluppa a quote mediamente intorno ai 2000 m, ma tocca alcuni valichi anche ad altitudini maggiori. Si distinguono generalmente 8 tappe per il Sentiero delle Orobie Orientali che si sviluppa da Valcanale al Passo della Presolana in Valle Seriana e 6 tappe per il Sentiero delle Orobie Occidentali, da Cassiglio al Rifugio F.lli Longo in Valle Brembana; sono comunque possibili numerose varianti a seconda dell'allenamento dell'escursionista e dei giorni a disposizione per il trekking. Il Sentiero delle Orobie è raggiungibile attraverso vari percorsi che partono dai paesi del fondovalle in modo da poter percorrere anche solo singole tappe od interrompere o riprendere il sentiero a seconda delle esigenze dell'escursionista. Tutte le tappe utilizzano come punti d'appoggio rifugi gestiti nel periodo maggio-ottobre (per la maggior parte rifugi del CAI), con possibilità di pernottamento e ristoro.

Bibliografia Sentiero delle Orobie
P. Aresi, E. Valenti, "Guida pratica al Sentiero delle Orobie", ed. Gualdi - A. e C. Gamba, "Sul Sentiero delle Orobie", ed. Ferrari - A. e C. Gamba, "90 itinerari sulle montagne bergamasche", ed. Moizzi - G. Piazzalunga, "Sentiero delle Orobie Occidentali - Nuova guida", CAI Piazza Brembana - Provincia di Bergamo -Cartine di Stefano Torriani