tempo 3 ore

Imboccare il sentiero n. 213 che scende al Lago delle Casere (m 1784) e poco dopo costeggia il Lago Marcio fino allo sbarramento; a pochi minuti sotto la diga si trova un bivio:

mantenere il n. 213 che, con tratti suggestivi intagliati nella roccia a strapiombo sulla vallata, porta alla diga del lago di Sardegnana (m 1735). Ora il sentiero continua tra boschi con leggeri saliscendi fino ad incontrare la strada carrozzabile che proviene dal paese di Carona.

Da questo punto esistono due possibilitÓ:
1) si prosegue fin sotto la diga di Fregabolgia e si costeggia il lago sulla sinistra da cui in pochi minuti si giunge al Rifugio F.lli Calvi (m 2015), posto in un magnifico anfiteatro. Numerose le escursioni dal rifugio: Pizzo del Diavolo (m 2914), Madonnino, Cabianca, Grabiasca, traversata al Longo.

Dopo pochi minuti lungo la carrozzabile si stacca a sinistra un sentiero che scende alla Baita Armentarga e da qui risale verso il F.lli Longo (m 2026). Classiche escursioni da questo rifugio sono la salita al Monte Aga, al passo di Cigola, in Val Venina. E' possibile continuare il sentiero delle Orobie con la tappa dal rifugio Longo al rifugio Brunone.